Il brillante curriculum di Mauro Laus

Mauro Laus, attuale presidente del Consiglio Regionale del Piemonte dal 2014, ha maturato una grande esperienza amministrativa e organizzativa nel corso della sua formazione e carriera professionale, arrivando a calcare le scene della politica nazionale. Voce autorevole della realtà piemontese, il presidente Laus svolge un ruolo di grande influenza sociale e culturale, e il suo contributo alle decisioni e iniziative politiche regionali e nazionali è fondamentale. Ripercorriamo i passi della sua vita e carriera che l’hanno portato a ricoprire questa posizione.

Biografia e vita privata

Mauro Laus nasce a Lavello, in provincia di Potenza, il 7 agosto del 1966. Trascorre in Basilicata un’infanzia serena e un’adolescenza frizzante, studiando presso l’Istituto tecnico industriale di Melfi, presso il quale consegue il diploma di perito industriale nel 1984. In seguito alla fine degli studi superiori, decide di continuare la formazione accademica trasferendosi in Piemonte e frequentando da studente fuori sede la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino. Già durante gli studi universitari, a solo 24 anni dimostra la sua vocazione amministrativa assumendo la presidenza di una modesta cooperativa di servizi locale, che sostiene dal 1990 lungo una progressiva e importante crescita.

La carriera professionale

Laus svolge per 14 anni la professione di manager e amministratore presso aziende private, occupandosi di curare la gestione e terziarizzazione dei servizi aziendali, l’organizzazione di grandi eventi, il coordinamento delle risorse umane. La sua guida manageriale contribuisce a influenzare positivamente la condotta e le strategie dell’azienda di cui è presidente, portandola al successo commerciale prima di lasciarne la presidenza nel 2014, per concentrarsi sull’attività politica che da anni aveva attratto il suo interesse e impegno sociale.

L’attività politica

Laus viene eletto per la prima volta nella circoscrizione di Torino del Consiglio regionale del Piemonte nel 2005 fra le fila de La Margherita, con 8.950 voti. È proprio Laus uno dei primi consiglieri a spingere a favore dell’unione fra Margherita e DS per la creazione di un gruppo regionale unico, ed è da questa richiesta che parte il dibattito per la formazione dell’attuale Partito Democratico. Nel 2007, Laus diventa segretario della Margherita presso Torino e dal momento della sua costituzione, nel novembre 2007, aderisce al Partito Democratico, per il quale svolgerà il ruolo di vicesegretario fino all’anno successivo. Nel giugno 2008, infatti, entra a far parte del gruppo Misto, spostandosi poi fra i Moderati Riformisti per il Piemonte dall’ottobre 2008 all’estate 2009, quando rientra nel Partito Democratico.

Il ruolo di consigliere regionale

Laus si candida nuovamente come consigliere regionale piemontese nel 2010 e viene eletto con 7.549 voti, andando ad occuparsi della commissione Cultura come vicepresidente. Successivamente, nel 2014 viene rieletto nella circoscrizione di Torino con 7.716 e nominato presidente del Consiglio regionale quello stesso giugno, all’insediamento della nuova legislatura, e ha continuato a svolgere il suo ruolo di guida e controllo fino ad oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *