Tennis: alcuni consigli da seguire prima di scommettere

Scommettere sul tennis può essere relativamente semplice ma, così come per tutti gli altri sport, potrebbe rivelarsi fallimentare. Fidarsi troppo di quote e classifiche è la prima fonte di errore da parte di uno scommettitore principiante, che spera di guadagnare in modo semplice puntando su quote basse a raffica. Chi segue il tennis sa che, più che in altri sport, conta il luogo in cui si gioca, la superficie sulla quale si disputano gli incontri e il momento di forma di un determinato giocatore. Per chi volesse approcciarsi alle scommesse online sul tennis, quindi, una pratica guida su tutti i fattori da considerare prima di effettuare una scommessa sui bookamers AAMS.

Considerare la superficie su cui si sta giocando

Uno dei punti fondamentali da prendere in considerazione è la superficie su cui si gioca. Cemento, terra battuta o erba non sono soltanto superfici differenti, ma anche contesti che si adattano alle qualità  e alle caratteristiche fisiche e atletiche di un tennista. Perchè un tennista come Rafael Nadal – nonostante i suoi successi praticamente ovunque – ha vinto il maggior numero di Roland Garros? Essenzialmente perchè è la superficie più adatta a lui; i campi in terra battuta favoriscono tennisti che sanno mantenere lo scambio, che fanno dei colpi potenti il loro cavall di battaglia e che, paradossalmente, non sono eccelsi tecnicamente. Diversamente, il cemento tende a favorire giocatori più potenti e veloci, abili con il servizio e con colpi potenti di dritto e rovescio. In ultima battuta l’erba, dove sono favoriti giocatori tecnici, abili nel serve and volley e in colpi più complessi tecnicamente.

Affine a questo contesto c’è quello della preparazione: i tennisti italiani, ad esempio, sono più preparati sulla terra battuta perchè la maggior parte dei campi italiani è proprio in terra. Per lo stesso motivo inglesi e statunitensi prediligono i campi in cemento.

Prendere in considerazione il paese dove si disputano i tornei

In tutti gli sport il fattore casa-trasferta è importante, in alcuni però diviene fondamentale in alcuni ambiti. Il tennis è uno di quegli sport in cui un tennista, giocando in casa, può rendere al meglio delle proprie possibilità. E’ ovvio che nella maggior parte dei casi anche il carattere del singolo giocatore è determinante, ma in linea generale si hanno margini più ampi se si giocano determinati tornei.

Immaginiamo, ad esempio, ancora il Roland Garros. Nonostante la sua condizione fisica e atletica o lo stato di forma, Gael Monfils ha sempre reso al meglio nel terreno casalingo, spesso perchè spinto da un pubblico chiaramente di parte. Per questo motivo, il francese ha portato a casa molti incontri che sulla carta lo vedevano sfavorito. La regola non è universale, ma può essere un’ottima chiave di lettura in certe occasioni.

Stato di forma di un giocatore e infortuni

Se c’è uno sport che tende a premiare lo stato di forma, quello è proprio il tennis. Lo stato fisico e atletico di un tennista è fondamentale, e non è sempre facile, per un giocatore, invertire una situazione negativa (tanto che, in alcuni casi, i tennisti si prendono delle vere e proprie pause di qualche settimana o mese prima di ricominciare nel circuito). Se un tennista viene da un ottimo stato di forma non può che continuare a vincere, mentre se viene da una serie di sconfitte è inutile tentare l’azzardo sperando in una rivincita. E’ ovvio che questo contesto vada applicato anche al match in sè per sè, e agli avversari che si hanno di fronte.

Altre volte molto è determinato dallo spostamento geografico o da un infortunio: se un tennista tende a spostarsi molto, prediligendo non una stagione “classica” ma cercando punti su campi meno gettonati, può accusare stanchezza in alcuni momenti della stagione, e venir meno in appuntamenti importanti. Recuperare da un infortunio per un tennista, invece, è difficilissimo: insegnano Murray, che ancora fatica a rientrare nella top mondiale, e tantissimi altri tennisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *