Faccette dentali in dettaglio

faccette dentali

Le faccette dentali si utilizzano per correggere la maggior parte dei difetti estetici dei denti, sia riguardo al colore che alla forma.

I progressi della ricerca odontoiatrica sono arrivati ad alti livelli per i materiali e per le tecniche usate al fine di applicare le faccette dentali curando ogni dettaglio con un effetto del tutto naturale.

Le faccette dentali sono dei gusci molto sottili, con uno spessore di pochi centesimi di millimetro e vengono applicate sui denti a copertura di un difetto che non è stato possibile correggere con altre tecniche o interventi odontoiatrici (come per esempio sbiancamento dentale professionale, ricostruzione, corone, ecc).

I difetti che le faccette dentali riescono a correggere sono diversi, tra questi i diastemi, cioè lo spazio abnorme presente fra i denti, le macchie permanenti e tutte le discromie che non è stato possibile eliminare con le sostanze sbiancanti; i denti con una forma distorta, colpiti da traumi o consumati dal digrignamento dei denti (bruxismo) o da un uso accentuato dello spazzolino.

Molti studi dentistici sono provvisti di uno studio odontotecnico che, dopo un’accurata ricostruzione protesica della dentatura da trattare con le faccette dentali, fabbrica quelle personalizzare, quindi adattate al singolo paziente che ne avrà un grande beneficio, sia in termini di funzionalità che di estetica.

In passato l’applicazione delle faccette dentali richiedeva la limatura dello strato superficiale del dente in modo da creare una superficie “aggrappante” per la faccetta dentale, sulla quale poi si applicava l’adesivo. Oggi invece questa pratica è caduta in disuso e i denti rimangono integri senza essere abrasi, e sugli stessi vengono applicate le colle biocompatibili particolarmente potenti che proteggono e rinforzano il dente sottostante, garantendo anche la durata nel tempo.

I denti anteriori dell’arcata superiore sono quelli per i quali è maggiormente richiesto l’intervento con le faccette dentali, in quanto sono quelli più visibili quando si sorride, ma tutti i denti possono avere questo trattamento.

Il materiale oggi usato per la costruzione delle faccette dentali sono la ceramica e lo zirconio altamente pregiati, che favoriscono la brillantezza e la trasparenza vetrosa del tutto simile ai denti naturali.

faccette dentali

La tecnica usata per le faccette dentali si avvicina molto a quella delle lenti a contatto che sono anatomicamente perfette. Nelle 48 ore seguenti si manifesta una leggera irritazione che scompare tuttavia da sola e la durata si aggira intorno ai 10-12 anni, trascorsi i quali si dovrà procedere con l’applicazione di nuove faccette dentali.

Il sorriso ottenuto avrà un effetto naturale, praticamente perfetto e non sarà più soggetto a macchie in quanto la ceramica è refrattaria a questo tipo di processi.

La durata delle faccette dentali è contestuale a un’accurata igiene orale quotidiana e ai controlli presso il proprio dentista almeno ogni 6 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *